La rivista “Verde Ambiente” di VAS compie trentanni

 

Immagine.animali e animali Riceviamo graditissimi gli auguri del quotidiano online di Licia Colò “animali e animali” che si aggiungono a quelli di:

Presidente del WWF Italia DANTE CATANIA

Presidente Legambiente COGLIATI DEZZA

Presidente INU SILVIA VIVIANI

COP 1_07.qxp

Qui di seguito potete leggere il “fondo” del Presidente Guido Pollice

Sopravvissuti  a tutto… un bilancio di tutto rispetto

Trent’anni di vita per una rivista che si occupa di ambiente sono una gran bella realtà.

Non parlo di miracoli perché se Verde Ambiente ha vissuto così a lungo lo deve soprattutto agli sforzi, ai sacrifici e al lavoro di poche persone che hanno coinvolto, di volta in volta, decine di collaboratori e di volontari.

I primi sei anni sono stati pioneristici e l’attenzione era rivolta soprattutto all’arredo urbano e alla gestione del verde (la rivista si chiamava Verde Città).

Un gruppo ristretto, diretto da Stefano Mastrangelo e supportato da Anna Pacilli, Emanuela Lorenzetti, Francesco Graziosi ed Eleonora Maurizi confezionava un prodotto di qualità e molto apprezzato anche perché si avvaleva di tecnici ed esperti scientifici di valore.

Nel 2001 Verde Ambiente cambia gestione e passa all’attuale gruppo di riferimento (l’Associazione Vas Onlus), senza per questo mai diventare organo di informazione dell’associazione, continuando a mantenere il sottotitolo di periodico di “politica, scienza e tecnica”.

Cambia il Direttore responsabile che da allora continua ad essere Carlo Catelani (ultimamente si è “lamentato” di non aver mai ricevuto una denuncia o una diffida da chicchessia per articoli e inchieste pubblicate), mentre il timone editoriale viene assunto per diversi e lunghi anni da Anna Pacilli e dopo di lei a seguire da un collettivo che coincideva con la responsabilità politica e amministrativa dell’editoriale Eva.

Siamo così giunti al trentesimo anno di vita della testata, Anna Pacilli, Elio Pacilio e Giorgio Nebbia nelle testimonianze che seguono danno conto di questa nostra meravigliosa storia alle quali si aggiungono quelle di alcuni Presidenti delle maggiori associazioni ambientali del nostro paese.

Per questo non voglio aggiungere altro, anche perché il rischio è quello di autoincensarsi o quello della commemorazione, visto le difficoltà complessive del paese potrebbe essere interpretato come un preludio alla fine delle pubblicazioni.

Quindi grazie a tutti e a tutto per ciò che Verde Ambiente è stata finora: tribuna e spazio aperto per far conoscere pensieri forti, inchieste senza filtri, progetti e notizie che difficilmente avrebbero visto la luce.

Nelle sue pagine Verde Ambiente ha ospitato scritti e testimonianze di donne e uomini illustri, ricercatori, studiosi e protagonisti delle battaglie ambientaliste di questi ultimi tre decenni.

Merito di tutto il Consiglio Nazionale di VAS e dei suoi vice presidenti Simona Capogna e Giannandrea Mencini.

Impossibile citarli tutti (mi riprometto di fare una accurata ricerca e fornire un elenco da pubblicare in un prossimo numero!!??).

Ma per alcuni farò una eccezione: Rita Levi Montalcini, Mikhail Gorbaciov, Jacques Yves Cousteau, Giorgio Nebbia, Stefano Rodotà, Lester Brown, Wolfang Sachs, Vezio De Lucia, Edoardo Salzano, Fancesco Corbetta, Edo Ronchi, Michele Di Lecce, Maurizio Chierici, Vittorio Emiliani, Salvatore Settis, Leonardo Boff, Gianni Silvestrini, Jeffrey Smith, Antonio Rusconi, Gianni Tamino, Elen Wallace, Anna Zivian, Walter Ganapini.

Verde Ambiente in questi ultimi quattro anni si è fatta anche promotrice del Premio Internazionale di Ecologia “Verde Ambiente” che ha conferito riconoscimenti a personaggi illustri del mondo del giornalismo, dell’ambiente, della ricerca scientifica, dell’educazione ambientale, della magistratura impegnata a combattere i reati ambientali e del pacifismo.

P.s.: Una figura però ha dominato incontrastata in questi anni della nostra avventura editoriale ed è quella della grafica Eleonora Maurizi che anno dopo anno ci ha confezionato un prodotto di qualità.

L’ho conosciuta giovane apprendista impaginatrice, oggi è una “signora” grafica (anche se sottopagata).

Grazie Eleonora.

Guido Pollice

 

Verde Ambiente è un progetto editoriale edito da VAS Ambiente e Ricerca srl e promosso dall’Associazione VAS Onlus.

Si propone come strumento indispensabile per un pubblico attento ed impegnato nella difesa dell’ambiente.

La rivista fornisce strumenti utili all’impegno ambientalista e diffonde conoscenze dei problemi e soluzioni possibili al fine di modificare sia le abitudini che i comportamenti domestici, sia le coscienze e l’agire sociale.

Si presenta ora nella nuova veste grafica e con nuove e prestigiose collaborazioni, si propone come strumento indispensabile per un pubblico attento ed impegnato nella difesa dell’ambiente.

La rivista fornisce strumenti utili all’impegno ambientalista e diffonde conoscenze dei problemi e soluzioni possibili al fine di modificare sia le abitudini e i comportamenti domestici, sia le coscienze e l’agire sociale.

Patrocinato da:

VAS Onlus Green Cross Italia, Associazione culturale Polis, Società Italiana di Geologia Ambientale (Sigea)

Cartello scientifico:

Gianfranco Bologna, Angelico Bonuccelli, Franco Benaglia, Edo Bricchetti, Lester R. Brown, Bertrand Charrier, Francesco Corbetta, Mauro Cristalli, Vezio De Lucia, Michele Di Lecce, Walter Ganapini, Enrico Garrou, Giorgio Gilli, Giuseppe Gisotti, Renato Grimaldi, Ludwing Kramer, Nino Lucantoni, Stefano Mastrangelo, Luciano Mutti, Giorgio Nebbia, Giuseppe Nortarbartolo di Sciara, Marco Onida, Antonio Onorati, Anna Maria Pacilli, Sandro Pignatti, Massimo Provinciali, Riccardo Rifici, Fabio Renzi, Antonio Rusconi, Wolfgang Sachs, Edoardo Salzano, Luigi Scano, Domitilla Senni, Gianni Silvestrini, Federica Tarducci, Mario Valpreda, Maria Rosa Vittadini.

 

 

 

 

 

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com