Diritti al mare, diritti del mare

 

Dal 1996 VAS Onlus ha condotto una Campagna Nazionale interamente dedicata alla Risorsa Mare dal titolo “Diritti al mare, Diritti del mare”. 

Una iniziativa condotta a tutto campo e su tutto il territorio nazionale, grazie al lavoro e l’impegno costante degli ecovolontari di VAS e delle migliaia di cittadini che con le loro segnalazioni hanno reso particolarmente efficaci e operative le azioni. della associazione.

È stata realizzata in collaborazione con l’associazione nazionale attività natatorie e subacquee NADD Europe, l’organizzazione internazionale di subacquea per disabili HSA Italia.

Diritti al mare, Diritti del mare” è stata condotta in collaborazione e con il patrocinio di numerosi enti pubblici nazionali e regionali quali il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero dei Trasporti Comando Generale delle Capitanerie di Porto, la Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissariato Delegato per il Superamento dell’Emergenza Socio-Economico-Ambientale del bacino del fiume Sarno, delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Toscana e del riconoscimento meritevole della Regione Friuli Venezia Giulia, del prestigioso Istituto per la ricerca scientifica sul mare (I.C.R.A.M.), nonché del contributo della Società Castalia Ecolmar, la flotta navale operante nel settore ambientale per la prevenzione, il controllo e il contenimento dei fenomeni inquinanti dell’ecosistema marino.

Diritti al mare diritti del mare” ha due grandi obiettivi: informare ed educare i cittadini e contribuire attivamente nel monitoraggio ambientale e la ricerca scientifica.

Entrambi questi obiettivi, negli anni, hanno assunto un ruolo importante per la tutela e salvaguardia della risorsa mare, registrando un’attiva partecipazione e collaborazione con Centri di Ricerca, Università, Ministero dell’Ambiente, Capitanerie di Porto, forze dell’ordine ed istituzioni locali, provinciali e regionali, nonché, registrando un continuo numero crescente di cittadini che si rivolgono a noi per segnalarci casi di inquinamento, di degrado o di violazioni di diritti.

Nell’ambito di questa campagna nazionale sono state realizzate numerose attività di studio e di ricerca che hanno poi portato alla pubblicazione e alla divulgazione di materiale informativo, educativo e di promozione della risorsa mare e della fascia costiera ed in particolar modo delle Aree Marine Protette.

In tutti questi anni, congiuntamente all’attività di studio e di ricerca, VAS Onlus attraverso l’azione locale di vigilanza ambientale e l’attivazione del Numero Verde nazionale gratuito(800.866158) di allerta rapido contro i crimini ambientali perpetrati in mare e lungo le coste e i disservizi, ha raccolto migliaia di segnalazioni che hanno riguardano:

  • casi di inquinamento della spiaggia, del mare e dei corsi d’acqua;
  • preclusione di accessi al mare;
  • ingombro della battigia non soggetta a concessione, che quindi deve rimanere libera ed accessibile a tutti;
  • mancanza di accessi e strutture per disabili;
  • incuria dei varchi tra gli stabilimenti (la pulizia è a carico del concessionario della spiaggia);
  • tariffe improprie o obblighi di comprare “pacchetti” comprendenti servizi non richiesti oltre all’ingresso (sdraio, ombrelloni, cabine in abbonamento stagionale, ecc.);
  • natanti a motore troppo vicini alla spiaggia;
  • casi di abusivismo edilizio;
  • disservizi e soprusi.

https://www.youtube.com/watch?v=WkYyjB50WAQ&index=1&list=PLK6JVCN_DtrFtOFoU70JD-aRN3Hyz28Ne