Comunicato del Presidente di VAS su TTIP e CETA

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPrint this page

 

Guido Pollice ottima.

Guido Pollice

Non bastava  Renzi, ora ci si è messo anche Carlo Calenda (non dimenticare mai da dove viene e cosa faceva) a dire che il Ttip non si ferma.

La dichiarazione del Ministro è in controtendenza rispetto alla realtà dei fatti.

La Francia (in primis) ha affossato il trattato con gli Stati Uniti, cosi pure il tentativo di passare dalla porta di servizio con il Canada attraverso  la partita  del Ceta.

Questa brava gente (Calenda, la Malmstron e i vari amici degli USA) devono mettersi in testa che questi nefasti trattati  devono passare al vaglio dei governi nazionali, dei popoli interessati perché prima dei profitti ci sono le persone.

Non si possono più accettare ricatti, tanto meno da una Europa che ha fallito su tutti i fronti.

L’attenzione va tenuta alta affinché non ci siano colpi di mano.

Quando si riunirà la commissione europea a Roma il prossimo 13 luglio per la valutazione d’impatto del Ttip sullo sviluppo sostenibile, bisognerà far sentire tutta la pressione che saremo in grado di esprimere, come ha con forza detto  Monica di Sisto (portavoce della campagna stop Ttip italia).

Noi di VAS chiediamo che per quella data si faccia giungere a Renzi e Calenda il nostro dissenso e la nostra protesta affinché al posto dei trattati si avvii una diversa politica commerciale europea e soprattutto una revisione delle regole che la governano. 

 

Guido Pollice 

presidente di VAS



Una risposta a:
Comunicato del Presidente di VAS su TTIP e CETA

  1. Giovanni Cogliati ha detto:

    Prescindo, scusandomi, dal tema in questione. Mario Mazza, un caro amico con il quale mi sono sentito in occasione di queste feste, mi ha detto di essersi recentemente incontrato con Guido Pollice e, tra le altre cose, di aver parlato anche di me. Guido ed io abbiamo avuto, con compiti e in ambiti diversi, una comune esperienza di lavoro presso il Consiglio regionale della Lombardia. Conservo di lui un bellissimo ricordo e mi fa piacere, con questo mezzo e in questa circostanza, ristabilire un contatto e inviargli i migliori auguri. Ciao carissimo Guido. Con grande affetto ed amicizia,
    Giovanni Cogliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.